Paradise

Altri videogiochi: avventure grafiche e non solo!

Moderator: Luci

Paradise

Postby Overmann » Mon 31 Dec 2007 19:47

Lo sto iniziando in questi giorni, per ora ho finito la primissima parte dentro l'harem.

Grafica superlativa come fondali e filmati, e un sonoro veramente curato, con musiche d'atmosfera e un doppiaggio molto buono (anche se va beh, i doppiatori sempre quei cinque sono... Perlomeno non hanno messo la Pacotto o la Spinelli su Ann :roll: ).

La storia... partirebbe anche bene. E' intrigante l'aver perso la memoria e ritrovarsi schiava dentro un harem di una terra sconosciuta, in un Paese per di più in guerra!

Ma il gioco fa veramente di tutto per farti disinteressare alle vicende. Personaggi stereotipati e uscita dalla situazione in fretta e furia... Dovrei essere in un gigantesco e sontuoso harem, invece finisco a poter parlare solo con un personaggio realmente utile ai fini della vicenda. Ann dovrebbe esplorare ogni angolo e commentarlo, dovrebbe trovare oggetti su oggetti e utilizzarli, invece nulla. L'unica cosa che c'è da fare per proseguire nel gioco è mettersi a risolvere enigmi ASSURDI (cosa NON piazzare come primo puzzle in un gioco, specie se lo si incontra dopo 5 minuti? Quella FOLLIA della macchina per biscotti!), per i quali veramente non si hanno nè indizi nè istruzioni. C'è questo sottile filo che lega gli eventi, ma non appena si esce dalla linea retta si è completamente disorientati... Cioè, faccio un passo, cala la sera, e mi ritrovo a USARE UN LEOPARDO... Ecchemminchia ci dovrei fare? Uno scopo? Parli col principe, e non c'è una sola riga di dialogo che ti colleghi con il fatto che ora puoi andare in città...

Se il modo di condurre la storia è tutto così ho idea che avrò di che divertirmi :roll:
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Re: Paradise

Postby Overmann » Sat 1 Mar 2008 18:44

L'ho finito finalmente :mrgreen:

Un gioco che ha veramente alti e bassi, in certe cose mi ha sorpreso in positivo e in altre in negativo. Me l'aspettavo decisamente più piatto dal punto di vista della storyline, mentre non ho incontrato i famosi bug del gioco per fortuna, ma lo stesso come gameplay mi sono trovato davanti un prodotto disastroso.

Dopo il famigerato harem, le cose migliorano in quanto ad ambientazioni. Benchè io non ami molto l'Africa e gli ambienti caldi in genere, nè impazzisco per i luoghi fatati con strani animali, devo ammettere che mi sono divertito ad esplorare l'esplorabile e Sokal ha disegnato dei paesaggi in modo davvero magistrale. La città sugli alberi, la miniera, l'enorme nave alla fine... A tratti si respira quel non so che di simbolico che contraddistingueva Syberia (l'ingegnere impazzito del livello 1095, lo Scrigno Nero stesso, ... ), e c'è un buon equilibrio dal punto di vista delle locazioni (con brevi luoghi di transizione che separano aree più grandi).

La storia, eh, dicevo, la pensavo più piatta. Invece no. E' un buon soggetto, e si sviluppa discretamente, ed ha pure quel pizzico di originalità che non guasta. Ann Smith ha perso la memoria, e si ritrova, dopo un incidente, in una terra a lei sconosciuta, una terra in guerra in cui i ribelli e le truppe del re non si fanno problemi ad uccidere i civili, una guerra nella quale lei, in verità, può avere un ruolo molto più determinante di quanto non si pensi.
Il modo in cui la guerra ci viene raccontata via radio o attraverso le testimonianze dei vari personaggi è azzeccatissimo, e più si prosegue nella storia meno realmente si capisce quale delle due fazioni sia dalla parte del torto... si ha l'impressione che tutti i personaggi stiano mentendo ma al contempo che tutti stiano agendo per un fine nobile.
Proprio non hai idea di come possa andare a finire, di cosa possa accadere, di quale sarà il ruolo di Ann in tutto questo... E il finale, giustamente drammatico, è davvero una perla. Mette la parola fine, non lascia le cose in sospeso, non è "buttato lì" come quello di Syberia 2... E' raro trovare una conclusione simile in un'avventura al giorno d'oggi. Perdipiù sottolinea come l'intento di Sokal non fosse esattamente quello di raccontare una fiaba per bambini... Paradise (il contrasto tra il nome del gioco e ciò che sta accadendo in Maurania è davvero appropriato) è molto spesso una "cruda storia di guerra" senza per questo scivolare nella pornografia della violenza (praticamente non si vede una goccia di sangue in tutto il gioco).
Più proseguivo, più mi rendevo conto di quanto effettivamente il narrato fosse di stampo maturo; ora si placherà, è solo uno sfondo narrativo - mi dicevo - ma zac! il personaggio x viene ucciso, il villaggio viene attaccato, a Zamarat vengono sterminate persone su persone...

Non tutto questo ben di dio è opportunamente supportato, purtroppo. Si sarebbe dovuto dare più carisma ai personaggi, almeno a quei pochi che rivestono un ruolo importante (voglio dire, Ann è peggio di Kate! Scopre la propria vera identità e non reagisce!), e approfondire meglio cose. Più spazio alla storia, insomma, com'era in Syberia. Invece qui troviamo pochi documenti, e la gran parte delle rivelazioni vengono date alla fine... Peccato.

Il problema però non è certo qui, ripeto. Come trama siamo a eoni di distanza da Syberia 2 e Still Life. Il problema è tutto il resto.
L'interfaccia di gioco è limitata al minimo, non consente nemmeno di mostrare le uscite disponibili, il che troppo spesso porta a un blocco perchè ci sono uscite veramente invisibili... Gli oggetti non sono esaminabili praticamente mai, con la conseguenza che Ann reagisce agli ambienti peggio di quanto facesse Kate in Syberia... Gli ambienti, eh, così belli, così ricchi, così studiati, così privi di qualsivoglia hot spot. Schermate e schermate senza poter esaminare nulla, ascoltare un commento su nulla, raccogliere nulla. La schermata nel campo ribelle con lo Scrigno Nero in sottofondo è INUTILE. Pazzesco. Come NON strutturare un'avventura.
E i puzzle? Croce e delizia del genere da sempre, qui non è croce, è CROCISSIMA.
Non si hanno indizi, mai, ci si ritrova a dover usare un macchinario a tentativi per capire come caspita funzioni; non si sa cosa si deve fare e perchè si deve farlo, molto, troppo spesso. E' difficile, ma proprio perchè mal progettato... l'enigma del voodoo è FOLLIA.
Da questo punto di vista il gioco è largamente insufficiente: pecca di fluidità e di divertimento. Ci si blocca di continuo perchè non si vedono le uscite o perchè non si capisce cosa realmente si debba fare per proseguire. Potendo raccogliere pochi oggetti, ci si ritrova con in mano due cose e con dieci schermate in cui gli hot spot totali sono quattro... in pochi secondi si esauriscono i tentativi, salvo poi accorgersi che "oh, si può passare anche di qui, se mi avvicino piano il cursore cambia di dieci gradi la propria angolazione".

Ambientazioni e filmati sono sempre ben realizzati, il sonoro a lungo andare mi ha deluso, la colonna sonora è poco varia e tutti i personaggi secondari sono doppiati da Claudio Moneta (ma và?).

Nel complesso gli darei un 6 su 10, ripeto che mi ha largamente sorpreso sia in positivo sia in negativo... un'ottima idea per la storia è stata sprecata per un gioco realizzato veramente male.
Peccato.
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Re: Paradise

Postby cristiano » Sun 22 Jun 2008 23:02

e minchia..ho appena finto di installarlo e giocarci qualche minuto...a saperlo mi risparmiavoi la fatica...
- Quot capita tot sententiae

- Omnia illa quae fortuna in me indulgentissime conferebat, pecuniam honores gratiam, eo loco posui unde posset sine motu meo repetere
Sen, ad Helviam, V-4
User avatar
cristiano
Automaton
 
Posts: 123
Joined: Thu 29 Jun 2006 21:35
Location: Chieti

Re: Paradise

Postby Overmann » Sun 22 Jun 2008 23:09

Benritrovato! :mrgreen:

Soggettivamente parlando, Paradise l'ho trovato discreto, solo che per goderselo s'ha da giocarlo con la guida di UHS sottomano. :bho:
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Re: Paradise

Postby cristiano » Mon 23 Jun 2008 12:41

Overmann wrote:Benritrovato! :mrgreen:

Soggettivamente parlando, Paradise l'ho trovato discreto, solo che per goderselo s'ha da giocarlo con la guida di UHS sottomano. :bho:

grazie
comunque mo lo disinstallo
non ho letto una cosa positiva che è una

PS che è la guida UHS?
- Quot capita tot sententiae

- Omnia illa quae fortuna in me indulgentissime conferebat, pecuniam honores gratiam, eo loco posui unde posset sine motu meo repetere
Sen, ad Helviam, V-4
User avatar
cristiano
Automaton
 
Posts: 123
Joined: Thu 29 Jun 2006 21:35
Location: Chieti

Re: Paradise

Postby Overmann » Mon 23 Jun 2008 12:55

> non ho letto una cosa positiva che è una

I fondali e la trama :mrgreen:


> PS che è la guida UHS?

http://www.uhs-hints.com/uhsweb/paradise.php
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Re: Paradise

Postby cristiano » Mon 23 Jun 2008 13:32

Overmann wrote:> non ho letto una cosa positiva che è una

I fondali e la trama :mrgreen:


> PS che è la guida UHS?

http://www.uhs-hints.com/uhsweb/paradise.php


mersibocù
- Quot capita tot sententiae

- Omnia illa quae fortuna in me indulgentissime conferebat, pecuniam honores gratiam, eo loco posui unde posset sine motu meo repetere
Sen, ad Helviam, V-4
User avatar
cristiano
Automaton
 
Posts: 123
Joined: Thu 29 Jun 2006 21:35
Location: Chieti


Return to IT - Video Giochi

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest