Vita e Morte sui Binari: i Simbolismi di Syberia

Sul primo gioco di Syberia

Moderator: Luci

Vita e Morte sui Binari: i Simbolismi di Syberia

Postby Overmann » Tue 28 Aug 2007 19:34

Finalmente online la traduzione del famoso articolo! [html qui, pdf qui]

E' un articolo piuttosto lunghetto - la versione pdf, più facilmente stampabile, è consigliata per la lettura.

Che dire? Ovviamente si tratta di un'ottima analisi delle metafore e della simbologia del viaggio di Syberia. Certo, ci sono altri aspetti che l'autore non ha preso in considerazione (ad esempio gli Youkol, o Syberia stessa!), e si potrebbe disquisire sull'interpretazione di certi personaggi e luoghi e anche su certi concetti forse non del tutto armonici fra loro... Ma è un ottimo articolo, se non altro come punto di partenza.

Mi piacerebbe sapere cosa pensa l'autore di Syberia 2... Nel seguito, infatti, per quanto mi riguarda - e come ho già scritto in altri thread - sparisce gran parte della natura allegorica di Syberia. Kate Walker è "arrivata", la seconda parte dell'avventura è normale prassi, e infatti personaggi, ambientazioni e situazioni di Syberia 2 sono molto più canonici di quanto incontrato nel primo episodio.

Quando magari avrò tempo, proseguirò l'analisi simbologica del gioco - o meglio, ne scriverò una mia, perchè non mi va certo di infangare le interpretazioni altrui.
Intanto scrivete pure qui cosa ne pensate :)
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Postby Ray of Sun » Sat 27 Oct 2007 13:48

Devo essere sincera, ho trovato l'articolo molto interessante, il rapporto di Kate con tutto ciò che la circonda e la travolge è entusiasmante, e l'autore ne ha analizzato a pieno tutte le sfumature, anche se devo fare un appunto....credo che sia da leggere con riserva, poichè non sappiamo cosa veramente abbia spinto Sokal a dare a Kate un simile bagaglio e da cosa sia scaturito, per non parlare del fatto che potesse alla fine celare l'io vero e proprio dell'autore(Sokal), che sfugge dalla comune e monotona realtà, per dare concretezza ai suoi sogni, in questo caso, inevitabilmente attraverso la storia e le avventure di Kate......
Vorrei inoltre fermarmi su quello che per me, rappresenta Oscar nella storia, lo vedo come l'unico essere che, anche se "automa" riesce tra tutti a risultare il più umano, per lui esiste solo Hans, e per lui incondizionatamente darà la vita....credo che Benoit in tutta la storia abbia riversato ciò che di comune non si trova più l'umanità, attribuendola inconsapevolmente a chi si pensa che umanità non ne debba avere! Questa cosa mi lascia lungamente pensare!
Alla fine di ogni viaggio c'è qualcosa che rimane, il ricordo per una nuova partenza!
User avatar
Ray of Sun
Youki
 
Posts: 73
Joined: Sat 27 Oct 2007 08:22
Location: Pozzallo

Postby Overmann » Thu 8 Nov 2007 22:22

Devi però considerare che Oscar è stato crudelmente programmato per quello scopo, e ogni cosa che fa nel corso dell'avventura è stata decisa da Hans anni addietro; condurre il treno e trovare qualcuno (Anna, poi sostituita da Kate) che lo supportasse nel viaggio fino all'estremo compito.

Da questo punto di vista, tutto ciò che mi ha comunicato [spoiler]la morte di Oscar è indignazione verso Hans, personaggio poetico nel primo Syberia, crudele calcolatore nel seguito. Il sacrificio di Oscar era stato, appunto, programmato... non ho versato alcuna lacrima, nemmeno virtuale, ho solo concluso che Hans era in realtà un egoista prima che un genio affezionato alle proprie creature.[/spoiler]

Oscar, in particolar modo nel primo Syberia - ricordo che l'articolo non tiene in considerazione il seguito - a mio avviso assume più il ruolo di Virgilio, fa a Kate da guida nel mondo fantastico che si appresta a visitare e al contempo la sprona sempre più ad abbandonare le proprie certezze e prendere "il treno che va lontano".
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Postby Ray of Sun » Thu 8 Nov 2007 22:47

Certo non posso che darti ragione, ma ricordiamoci sempre che il tutto è stato ben congeniato, e tutti i persanggi hanno un fine ultimo far sognare noi che attraverso di loro viviamo questa splendida avventura.....
Mi piace il paragone che fai con Virgilio, ma alla fine Kate non risale a riveder le stelle, rimane prigioniera di un mondo che non è suo, ma il sogno di un altro.....il suo viaggio introspettivo , se alla fine di syberia sembrava incominciare di sicuro in syberia 2 rimane visibilmente incompiuto....e sospeso.....Hans gli ha dato lo starter...ma non ha colmato la voragine aperta per quell'eventuale traguardo che è mancato...è divenuta anche lei uno strumento....sotto questo punto di vista... vittime di un ironico destino, il sacrificio di tutti....per il sogno di uno....abbiamo raggiunto lo scopo! :?
Alla fine di ogni viaggio c'è qualcosa che rimane, il ricordo per una nuova partenza!
User avatar
Ray of Sun
Youki
 
Posts: 73
Joined: Sat 27 Oct 2007 08:22
Location: Pozzallo

Postby Overmann » Thu 8 Nov 2007 23:04

Purtroppo non posso che darti ragione, è uno dei difetti gravi di Syberia 2, più o meno riconducibile al difetto principale di essere stato 1) concepito e in fretta e 2) standardizzato sui canoni dell'adventure più classico (fuori dai giochi il viaggio interiore della protagonista).

Più che lasciarlo incompiuto lo hanno liquidato con un "Kate Walker avvocato è morta" detto da Marson in un insignificante filmato d'intermezzo...
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Postby Ray of Sun » Thu 8 Nov 2007 23:09

Overmann wrote:Purtroppo non posso che darti ragione, è uno dei difetti gravi di Syberia 2, più o meno riconducibile al difetto principale di essere stato 1) concepito e in fretta e 2) standardizzato sui canoni dell'adventure più classico (fuori dai giochi il viaggio interiore della protagonista).

Più che lasciarlo incompiuto lo hanno liquidato con un "Kate Walker avvocato è morta" detto da Marson in un insignificante filmato d'intermezzo...


A proposito e quell'investigatore privato alla fine torna a casa anche lui o si perde in Syberia?
Alla fine di ogni viaggio c'è qualcosa che rimane, il ricordo per una nuova partenza!
User avatar
Ray of Sun
Youki
 
Posts: 73
Joined: Sat 27 Oct 2007 08:22
Location: Pozzallo

Postby Overmann » Thu 8 Nov 2007 23:28

Abbandona la missione e se ne torna a casa... :P


http://www.syberiaitalia.com/main/index ... Itemid=107
* * *
In primavera, quando non sarò più un ferroviere, allora finalmente potrò piangere.
syberiaitalia.com admin
User avatar
Overmann
Site Admin
 
Posts: 1930
Joined: Sat 3 Dec 2005 18:01
Location: Italy

Postby Ray of Sun » Fri 9 Nov 2007 09:35

Overmann wrote:Abbandona la missione e se ne torna a casa... :P


http://www.syberiaitalia.com/main/index ... Itemid=107


Mi hai fatto venie il magone :cry: .....che bello Syberia! :wink:
Alla fine di ogni viaggio c'è qualcosa che rimane, il ricordo per una nuova partenza!
User avatar
Ray of Sun
Youki
 
Posts: 73
Joined: Sat 27 Oct 2007 08:22
Location: Pozzallo


Return to IT - Syberia

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests